Ministero per i Giovani e lo sport Regione Sicilia - Comune di Palermo - Centro di Giustizia Minorile - Ufficio Servizi Sociali Adulti - Associazione “Naso Blu” - Associazione “Mirto Verde” - Associazione “Stone theatre” - Cooperativa Agricantus - Cooperativa Koiné film - Associazione “Dymon Kibernates” - Cooperativa sociale “Punto Esclamativo” - Coop “25 Aprile” - Scuole medie Superiori della città di Palermo - Università degli studi di Bologna facoltà di Scienze della formazione - Università degli studi di Palermo (Corso di laurea di Scienze dell’educazione) -Arciragazzi La Mongolfiera (Trapani) - Arciragazzi Siracusa - Arciragazzi Catania - Cooperativa Argonauti - Associazione “Il vaso di Pandora” - Associazione “Laboratorio Zen Insieme” - Associazione “Afipres” - Coordinamento cittadino sulle politiche minorili e giovanili - CESVOP – Centro Servizi per il Volontariato di Palermo - Bed and Breakfast SoleLuna - Associazioni Internazionali dei Circuiti: IFM-SEI / FIEEA
Ministero per i Giovani e lo sport Regione Sicilia - Comune di Palermo - Centro di Giustizia Minorile - Ufficio Servizi Sociali Adulti - Associazione “Naso Blu” - Associazione “Mirto Verde” - Associazione “Stone theatre” - Cooperativa Agricantus - Cooperativa Koiné film - Associazione “Dymon Kibernates” - Cooperativa sociale “Punto Esclamativo” - Coop “25 Aprile” - Scuole medie Superiori della città di Palermo - Università degli studi di Bologna facoltà di Scienze della formazione - Università degli studi di Palermo (Corso di laurea di Scienze dell’educazione) -Arciragazzi La Mongolfiera (Trapani) - Arciragazzi Siracusa - Arciragazzi Catania - Cooperativa Argonauti - Associazione “Il vaso di Pandora” - Associazione “Laboratorio Zen Insieme” - Associazione “Afipres” - Coordinamento cittadino sulle politiche minorili e giovanili - CESVOP – Centro Servizi per il Volontariato di Palermo - Bed and Breakfast SoleLuna - Associazioni Internazionali dei Circuiti: IFM-SEI / FIEEA

 

PROGETTO
VIVERE PALERMO DAL MEDITERRANEO A BORGONUOVO

ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO – PRIORITA' A
PROGETTO REALIZZATO DAL CIRCOLO ARCIRAGAZZI PALERMO
CON IL COMUNE DI PALERMO E LA REGIONE SICILIANA

La riqualificazione delle aree urbane in condizioni di degrado ambientale ed economico dove è presente il disagio sociale, si può attivare a nostro avviso lavorando su due livelli. Il primo è sicuramente quello Culturale. La riqualificazione non è una semplice ristrutturazione di spazi e non può arrivare dall'alto. Deve nascere dal bisogno e attraverso un operazione culturale in cui i cittadini di quel territorio acquisiscono la consapevolezza dell'importanza di essere parte integrante della Storia, dell'arte, dei suoni, degli aromi della Città.

Il secondo è invece il coinvolgimento dei giovani come facilitatori di questo processo culturale. Solo i giovani possono attivare un patto generazionale tra giovani e adulti, tra giovani e ragazzi, utile al cambiamento.

Il progetto “Vivere Palermo dal Mediterraneo a Borgonuovo” si propone la riqualificazione del territorio sotto varie forme: in relazione all'ambiente, al comportamento alimentare, alla solidarietà tra ragazzi, tra le generazioni e con altri popoli. Altro intento del progetto è quello di rendere i ragazzi consapevoli della storia e della cultura del proprio quartiere partendo dal contesto Mediterraneo, passando poi dalla città di Palermo fino ad arrivare a Borgonuovo.

Per far ciò abbiamo fatto incontrare ragazzi che vivono a Borgonuovo con ragazzi di altri quartieri, in modo tale da attivare un confronto che li porti a svolgere il ruolo di Esempi gli uni nei confronti degli altri.

I ragazzi di Borgonuovo, insieme con altri ragazzi della città che già da tempo hanno avviato un percorso in Associazione, hanno rappresentato il punto di partenza del progetto, sono diventati Facilitatori Territoriali ed hanno assunto il ruolo di animazione del progetto, attivando un dialogo tra giovani, tra giovani e territorio, tra giovani e bambini, tra giovani e associazioni. Grazie al loro lavoro si stanno realizzando dei ”Patti Generazionali”, altri giovani sono stati stimolati a fare delle azioni, è attiva una Ludoteca per bambini, sono state ripristinate aree verdi da tempo abbandonate recuperando spazi funzionali alla socialità.

Elemento innovativo dell'intero progetto è l'attivazione del Credito. Attraverso l'istituzione del libretto bancario i ragazzi che attivano delle azioni da loro gestite, ricevono dei Crediti che consistono in buoni di vario genere (biglietti per cinema, teatro, concerti, mezzi pubblici, buoni per CD, libri, attrezzature musicali e tanto altro).

Il progetto in questione è gestito dal Circolo Arciragazzi Palermo, ma ne sono partner altri enti sia pubblici come il Centro di Giustizia Minorile e il Centro Sociale Adulti che privati.

Il ruolo dell'Associazione Arciragazzi Palermo, ente gestore del progetto è quello di stimolare e facilitare il percorso descritto, di praticare con i giovani azioni di Solidarietà, di sperimentare strumenti di Partecipazione e trasferire ai giovani capacità di progettazione e stimoli per la riprogettazione. Altro compito, inoltre, dell'Associazione è quello di portare l'esperienza all'attenzione di un circuito Internazionale. Ad oggi, infatti, il progetto è stato presentato a Berlino per la conferenza internazionale “Giovani e Periferie” come iniziativa sperimentale, organizzato dal Consiglio d'Europa. A fine gennaio, inoltre, sarà presentato a Strasburgo in un convegno che prevede la partecipazione delle esperienze di lavoro con i giovani più significative.

Il ruolo degli altri soggetti istituzionali e non, è quello di mettere al servizio del progetto e dei ragazzi competenze tecniche specifiche che servono di supporto ai diversi gruppi di giovani già costituiti o che si costituiranno.

Il progetto prevede cinque differenti fasi:

1. DESIDERARE
2. PENSARE
3. FARE
4. VERIFICARE
5. RIPENSARE

Si lavora, infatti, su tre livelli d'intervento :

Il primo livello è un “Centro Polivalente” una sorta di Laboratorio permanente tra giovani e associazioni e tra giovani e giovani, da realizzare all'interno del “DAMMUSO MEDITERRANEO” sito in Viale Michelangelo 2200, che funziona come Centro polivalente di documentazione e formazione. I ragazzi hanno l'opportunità di confrontarsi e sviluppare contenuti e progetti sui temi ambientali, sulla salute, sul commercio equosolidale, sulle coltivazioni biologiche, sulla globalizzazione, su storia e tradizioni del Mediterraneo, aiutati da specifiche competenze (associazioni) per poi sperimentare delle azioni pratiche nel quartiere. Si tratta in sostanza della creazione di un OSSERVATORIO ESTERNO al quartiere.

Il secondo livello è quello della sensibilizzazione degli adulti del quartiere (BORGONUOVO) attraverso la realizzazione delle APT (AGENZIE DI PROMOZIONE TERRITORIALE): negozianti e semplici cittadini diventeranno all'inizio degli informatori, ed i negozi luoghi d'informazione per i giovani. In seguito potrebbero diventare dei veri e propri, e qualora ne mostrassero il desiderio, l'associazione si prenderà il carico della strutturazione di percorsi formativi a loro rivolti.

Il terzo livello consiste nel dare ai giovani l'opportunità di occuparsi sul territorio della Gestione diretta di alcuni spazi (LUDOTECA DEL MEDITERRANEO e PARCO ROBINSO a Borgonuovo), attraverso delle attività che servono anche alla promozione dell'associazionismo e alla crescita personale dei ragazzi.

Storia ed attività di Arciragazzi Palermo Arciragazzi Sicilia Il Nazionale Il progetto APQ Le giornate della Gioventu'